Fiam

Arte del vetro e tecnologie di ultima generazione

È grazie ad un centro di lavoro Master e alla potenza del getto d’acqua che una semplice lastra di vetro assume i contorni di un oggetto di design, realizzato da un’azienda del territorio marchigiano che da sempre trasforma il vetro in arte.

Cliente: Fiam
Città: Pesaro
Nazione: Italia
Sito web: www.fiam.it

«È cominciato tutto con uno sgabello. Di vetro, naturalmente. Un amico fotografo venne a trovarmi nella mia vetreria; mi vide in piedi sullo sgabello e scattò quella foto che è stata poi pubblicata su alcuni giornali. È stato allora, in quel momento, che mi sono chiesto: perché non provare a realizzare mobili in vetro? Così, dal primo forno auto-costruito per piegare le lastre alle prime collaborazioni con artisti e designer, è stata una crescita continua». Inizia così, con questo ricordo del fondatore e amministratore unico Vittorio Livi, la storia quarantennale di Fiam, azienda marchigiana che coniuga processi artigianali e industriali per progettare, sviluppare e produrre elementi di arredo in vetro curvato. «Nei laboratori Fiam abbiamo sempre assecondato le idee dei progettisti, anche quando sembravano irrealizzabili. I designer, come tutti i grandi artisti, hanno un estro che stimola e richiede ricerche avanzate. Dando fiducia alle loro idee, siamo riusciti a mettere a punto nel tempo nuove tecnologie che ci hanno permesso di creare oggetti unici, ma riproducibili su scala industriale».

Fiam: Foto 1
L’innovazione progettuale e l’innovazione tecnologica non potrebbero sostenersi a vicenda in Fiam senza le tecnologie Intermac, senza soluzioni come le molatrici bilaterali e la gamma di centri di lavoro Master. «Quando Giancarlo Selci ha iniziato a realizzare le prime macchine per la lavorazione del vetro mi sono dovuto subito interessare, ho voluto capire cosa stesse producendo. E, subito, Biesse è stata la mia scelta. Da allora, la nostra collaborazione è diventata sempre più forte. Oggi Intermac è un partner fondamentale per la nostra realtà, al pari degli studi di design, italiani e internazionali, che ci onorano del loro apporto. Nomi del calibro di Massimo Morozzi, Rodolfo Dordoni, Giorgetto Giugiaro, Enzo Mari, Cini Boeri, Vico Magistretti, Ron Arad, Makio Hasuike. E ancora Philippe Starck, Daniel Libeskind, Massimiliano Fuksas… Tra loro, e lo dico senza che mi si possa accusare di piaggeria, non può mancare il nome e il genio di Giancarlo Selci».
Di pari passo con l’innovazione progettuale, Fiam investe da sempre su quella tecnologica. In questo ambito è strategica la collaborazione con Intermac per lo sviluppo di soluzioni come le molatrici bilaterali e la gamma di centri di lavoro Master.
Vittorio Livi Fondatore ed amministratore unico
Fiam: Foto 2
Fiam: Foto 3
Fiam: Foto 4
Fiam: Foto 5
Grandi idee hanno bisogno di grandi partner.
Scopri come puoi trasformare il tuo business con Intermac.
Cerviglas
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info